Perché parliamo di spazio e progettazione consapevole...                                                                                     



 

 


La Pianificazione Dello Spazio per l'ambiente di lavoro in ufficio, è materia complessa e specialistica. 

Normalmente chi si occupa della parte edile di un building (architettura o ingegneria) o degli impianti, è già abbastanza impegnato a risolvere questi temi e raramente si addentra nelle problematiche ergonomiche dell'Office Space Planning. 

Quindi: ciò che avviene quasi puntualmente, nel passaggio di mediazione tra lo studio di progettazione e l'azienda produttrice degli arredi, è che (di fatto) nessuno si occupa realisticamente di fare una corretta pianificazione dello spazio di lavoro, secondo canoni ergonomici o sostenibili nei termini dell'efficienza.

E', di fatto: "terra di nessuno";  anche perché non esistono regole codificate ma solo correnti di pensiero. 
E' "materia" che nessuno insegna e nessuno studia e sfido chiunque a reperire testi validi di riferimento. 

 

Il tentativo che noi stiamo facendo attraverso le nostre pubblicazioni e i corsi on-line, destinati a progettisti, managers e imprenditori, è quello di creare una cultura di progetto ergonomico nello Space Planning seguendo metodologie semplici espresse chiaramente sui testi della nostra linea editoriale.

 

Il nostro proposito è quindi quello di colmare una grave lacuna culturale in un campo di applicazione molto vasto (tutti noi, bene o male, lavoriamo in uffici), e definire gli "standard" per un chiaro pensiero di progettazione consapevole. Sia per il committente che per il progettista. 

Affinché le problematiche  disseminate in moltissimi uffici (qualcuno dice, a ragione, che gli uffici vengono ancora progettati come 30 anni fa...), vengano in qualche modo risolte con uno sforzo di consapevolezza collettivo. 

 

E' però fondamentale che il processo di acculturazione avvenga in modo bilaterale: altrimenti una delle due controparti (il committente o il progettista), potrebbe considerare le richieste (o le proposte) dell'uno o dell'altro superflue, ridondanti, persino inutili. 

Qualcuno, un tempo, mi ha insegnato che: 'non ci sarebbe stato Brunelleschi se non ci fosse stato  Lorenzo De Medici'. 

La cultura imprenditoriale e i mezzi da un lato e l'arte e la tecnica dall'altro, devono partire sì da una unica e condivisa comunione di intenti, ma anche da una solida piattaforma culturale comune.

 

Per cui, cari progettisti o facility managers o chiunque di voi si cimenti nella complessa materia della Pianificazione degli Spazi di Lavoro in Ufficio, leggete questi scritti o partecipate ai nostri corsi  on line e magari regalate uno dei nostri libri al vostro nuovo cliente. 

Potrete essere più precisi nel pianificare il vostro tempo da dedicare a queste attività, e più certi di essere compresi dalla controparte. 

Più consapevoli nello specificare i prodotti  corretti per la realizzazione che state accingendovi a fare, ed avere maggiori sicurezze del risultato finale da tutti i punti di vista.

  

Sperando di ricevere critiche (magari costruttive ma anche non) o suggerimenti sulle pubblicazioni della nostra linea editoriale, vi auguro buona lettura e buon lavoro. 

 

Roberto Fiorini
Visualizza il profilo di Roberto Fiorini su LinkedIn


 

 


LWS LEAN WORKSPACE di Roberto Fiorini
Via Fratelli Bellotti, 16 - 48121 Ravenna Italy
PIVA: 02404360394  CF: FRNRRT56D10A944A  REA: RA-198762
info@leanworkspace.com  Privacy Policy

 
Ricerca personalizzata

LWS Lean Workspace di Roberto Fiorini - Copyright ©2011 LWS Lean Workspace - tutti i diritti sono riservati

Condividi